Il calendario fieristico

Normativa

Regione Lombardia negli ultimi anni ha operato una completa liberalizzazione del settore fieristico, aggiornando e semplificando la normativa: l'attività fieristica è stata riconosciuta come libera attività imprenditoriale di natura privatistica; oggi non vi sono ostacoli né barriere per gli operatori, italiani ed esteri, che vogliano organizzare manifestazioni fieristiche in Lombardia.

La Regione sostiene la promozione del settore a livello internazionale, con azioni dirette ed indirette, per favorire la partecipazione di espositori e visitatori stranieri alle manifestazioni lombarde e sostenere gli operatori fieristici lombardi sui mercati esteri.

In collaborazione con l'istituto Cermes dell'Università Luigi Bocconi di Milano, la Regione assicura una rilevazione costante e continuativa dei dati relativi all'andamento del mercato fieristico in Lombardia e provvede alla redazione del Rapporto sull'attività fieristica in Lombardia.

La normativa di settore:

Tutte le manifestazioni fieristiche devono essere comunicate a Regione Lombardia secondo la modulistica che le differenzia sulla base delle qualifiche riconosciute:

  • *       Internazionale
  • *       Nazionale
  • *       Regionale
  • *       Locale
  • *       (Senza qualifica).

Regione Lombardia è l'ente competente per il rilascio della qualifica internazionale, nazionale e regionale, mentre per il rilascio della qualifica locale l'ente competente è il Comune.

Le richieste di riconoscimento della qualifica:

  • Internazionale e Nazionale devono essere presentate entro il 31 gennaio dell'anno precedente
  • Regionale e Locale entro il 30 aprile dell'anno precedente

attraverso il sistema informatico di gestione delle fiere (SI.GE.FI) presente sulla piattaforma MUTA al seguente link: http://www.muta.servizirl.it/mutafe/html/index.jsp

Le domande presentate vengono valutate sulla base dei dati contenuti nel consuntivo che ogni organizzatore, entro 30 giorni dal termine della manifestazione, deve compilare. Terminata l'istruttoria si può procedere all'attribuzione della qualifica per ogni manifestazione.

Per le manifestazioni SENZA qualifica, è necessario inviare la "COMUNICAZIONE DI SVOLGIMENTO" al Comune territorialmente competente e, per conoscenza, a Regione Lombardia.

Realizzato nell'ambito dell'Accordo di Programma Competitività